INDICE

Introduzione al Social Media Marketing

Facebook
Instagram
Twitter
WhatsApp
Telegram
Linkedin
YouTube

► Sviluppare una strategia efficace sui social media

Sviluppare una social media strategy efficace

In questa pagina

  • Cosa fare per sviluppare una strategia sui social media efficace
  • Assolutamente da evitare
  • Conclusioni

Ecco alcuni consigli validi per tutti i social, che possono fare la differenza tra una strategia di marketing di successo ed una totalmente inefficace:

  • Non è necessario essere presenti su tutti i social. Per capire se un certo social ci è utile a livello promozionale, dobbiamo prima di tutto interpretare bene a quale scopo viene utilizzato dagli utenti e per quali temi. Alcuni social funzionano meglio di altri per certi argomenti e per certi settori, ed ogni profilo social richiede tempi e costi per essere mantenuto. Meglio scegliere bene fin da subito i social che si adattano meglio alle nostre esigenze.
  • Essere attivi è fondamentale per tutti i social. Postare/pubblicare regolarmente contenuti interessanti per la nicchia di pubblico di riferimento a cui ci rivolgiamo. Se non c’è valore aggiunto, se non c’è “sostanza” nel contenuto, il contenuto stesso è inutile.
  • La chiave del successo sui social è essere proattivi nello stimolare una discussione. Le pagine più seguite ed i contenuti più virali, spesso lo sono perché molte persone hanno sentito l’esigenza di interagire con essi. Stimola i tuoi seguaci a porre domande e ad esprimere la loro opinione, sii reattivo nelle risposte, fornisci consigli e dritte e così via. Non è solo il numero di follower a fare l’autorità di una pagina, così come non è il numero di like ad un post l’unico metro di giudizio per stabilire se un contenuto sia virale o meno. La quantità e l’attinenza dei commenti, le condivisioni, il numero di utenti che ritorna sono metriche ben più importanti e difficilmente “falsabili” per definire se un contenuto sia interessante.
  • Partecipare attivamente alle discussioni di altre pagine, ad esempio aggiungendo commenti utili, consigliando e offrendo aiuto agli utenti, citando la tua pagina o i prodotti che vendi, comunicando offerte speciali etc. può essere un buon modo per fare awareness, attirare nuovi visitatori e costruire un’opinione di sé stessi, di un brand o della tua pagina personale in modo sano e organico. Soprattutto se la pagina o il contenuto su cui si discute sono molto seguiti, e soprattutto se si riesce a commentare ai primi posti (I primi commenti sono sempre i più letti, per ovvi motivi). La tempestività è fondamentale!
  • Allo stesso modo, può essere utile condividere post e informazioni altrui se attinenti. Sulla maggior parte dei social network esistono gruppi dedicati alla ricerca di collaborazioni, dove si possono trovare social media manager di business affini o correlati disposti a collaborare per far crescere sinergicamente entrambi i profili. Non solo banalmente discutendo e condividendo reciprocamente i post, ma anche creando contenuti congiunti come offerte e sconti ad esempio, o comunque qualcosa che rappresenti un vantaggio per i clienti.
  • Utilizzare foto e grafica di qualità ove possibile. Meglio ancora, video. La bellezza, la “forma”, è parte fondamentale di qualsiasi interazione sociale. L’abito fa il monaco!
  • Titoli accattivanti e testi brevi e incisivi fanno la differenza. La maggior parte della platea ama per lo più guardare le immagini, seguire i video e leggere i titoli, ed è meno disposta a leggere lunghe descrizioni. La lettura è appannaggio solo di chi è particolarmente interessato all’argomento.
  • Nei titoli, nelle descrizioni ed in genere nei testi è sempre buona cosa inserire in modo naturale qualche parola chiave attinente, per renderne semplice la ricerca da parte degli utenti. Un contenuto può essere molto interessante, ma se non viene trovato da nessuno non è di alcuna utilità.
  • In molti social è possibile impostare tag o #hashtag nel testo, ad esempio Twitter, Facebook, Instagram, YouTube e Tumblr. Pochi hashtag, ma selezionati molto accuratamente, possono migliorare sensibilmente la visibilità di qualsiasi contenuto. Gli hashtag molto brevi tendenzialmente sottintendono bacini di utenza più ampi, ma sono meno mirati in termini di significato. Viceversa, gli hashtag lunghi sono più specifici e mirati, ma tendenzialmente fanno riferimento ad un pubblico di dimensione inferiore. Ad esempio #casa sarà visibile ad un pubblico sicuramente superiore a #casainaffitto, #arredamentocasa o #casadiriposo, che invece sottintendono concetti molto più specifici.
  • Citare altri brand o persone/personaggi pubblici può essere un buon modo per iniziare una discussione su molti social… Se fatto in modo appropriato e senza cadere nella banalità o, peggio ancora, in una gaffe o in un’offesa.
  • È importante utilizzare tutte le funzioni disponibili dal social per rendere il profilo il più possibile completo e gradevole alla vista, con le informazioni più utili agli utenti in primo piano. Ad esempio, orari di apertura, promozioni e offerte con foto e prezzi, prodotti o servizi più utilizzati con foto, descrizione e prezzi, indicazioni su come raggiungere l’attività se appropriate, e soprattutto su come contattare l’attività (Su alcuni social è possibile anche inserire un pulsante) per ottenere rapidamente informazioni e creare nuove relazioni e fidelizzazione del cliente.
  • In che ore/giorni pubblicare per raggiungere il massimo del rendimento? Nei momenti in cui le persone hanno tempo da dedicare al social. Indicativamente:

Dal lunedì al venerdì – Principalmente durante la pausa pranzo (12.00-14.00), nel dopocena o prima serata (20.00-22.00).

Sabato, domenica e festività – Sempre, soprattutto nelle fasce già indicate dal lunedì al venerdì.

Le fasce orarie riportate sono molto indicative e possono cambiare molto in base alle regioni di destinazione, ai segmenti di destinazione, al tipo di post, al social etc. I giovani ad esempio tendono ad essere sempre online, i più adulti invece di giorno lavorano, fanno la spesa etc.

  • Sviluppare un piano di marketing con un orizzonte temporale di almeno qualche mese e con qualche particolare attenzione agli eventi importanti (festività, fiere, etc.) ci può aiutare a mantenere sempre vivo l’account ed a proporre offerte agli utenti nei momenti più efficaci.
  • È sempre consigliabile utilizzare un po’ di advertising a pagamento per circoscrivere meglio le tendenze del proprio pubblico di riferimento ed iniziare a far crescere il profilo, se la piattaforma lo consente.
  • Per i business piccoli, la crescita in termini di visibilità sui social è sempre progressiva. All’inizio può essere difficoltoso, ma con l’acquisizione di followers cresce di conseguenza il bacino di utenti interessati ai contenuti e disposti a condividerli e a parlarne.

Chi porta novità interessanti e innovazione di tutti i tipi è molto avvantaggiato: le novità piacciono e vengono spesso condivise e discusse!

Assolutamente da evitare

    • Acquistare like, follower, commenti Per lo più si tratta di profili falsi, hackerati o comunque INATTIVI. In tutti i casi l’effetto che si ottiene è nullo o peggio, esattamente L’OPPOSTO di quello desiderato: Gli algoritmi sono in genere in grado di rilevare questo tipo di attività ed abbassare di conseguenza la reputazione e visibilità del relativo profilo.
    • Lasciare il social inattivo o, al contrario, bersagliare continuamente gli utenti con messaggi e post, a maggior ragione se puramente a scopi pubblicitari. È necessario raggiungere un buon compromesso fra questi due estremi. Fare pubblicità va bene, ma è necessario dare prevalenza ad altro per non annoiare l’utente.
    • Creare profili incompleti o con informazioni fasulle.

Conclusioni

Quello che ti abbiamo descritto in questo breve corso non è che una piccola parte di ciò che il mondo dei social network ha da offrire, e se è la prima volta che ti cimenti nel social media marketing, devi armarti di pazienza, tempo e voglia di sperimentare per avere successo. Non ti resta che scegliere il social che ritieni più adatto, ed iniziare il viaggio.

buona fortuna!

Quello che ti abbiamo descritto in questo breve corso non è che una piccola parte di ciò che il mondo dei social network ha da offrire, e se è la prima volta che ti cimenti nel social media marketing, devi armarti di pazienza, tempo e voglia di sperimentare per avere successo. Non ti resta che scegliere il social che ritieni più adatto, ed iniziare il viaggio.

buona fortuna!

INDICE

Introduzione al Social Media Marketing

Facebook
Instagram
Twitter
WhatsApp
Telegram
Linkedin
YouTube

► Sviluppare una strategia efficace sui social media

Aut.:
Agg.:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi utilizzare questi tag e attributi nel tuo commento: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Send this to a friend