Quale estensione scegliere, estensioni multiple e nomi di dominio multipli

Scegliere l'estensione giusta per il tuo nuovo nome di dominio, significa anche scegliere quella che ti consente una buona visibilità sui motori di ricerca
Scegliere l'estensione giusta per il tuo nuovo nome di dominio, significa anche scegliere quella che ti consente una buona visibilità sui motori di ricerca

Che estensione devo scegliere per il mio nuovo nome di dominio? La risposta è: dipende dal tuo obiettivo.

Tendenzialmente, per domini Italiani, le estensioni che funzionano meglio e alle quali non dovresti rinunciare sono .it e .com.

  • L’estensione .com funziona in media meglio per le attività commerciali
  • L’estensione .it per siti a carattere più generico/informativo.

Se invece il tuo obiettivo è di creare un sito in lingua straniera per una nazione specifica, è meglio adottare l’estensione principale di quella nazione. Per esempio, .de per siti indirizzati al pubblico Tedesco, .ch per la Svizzera, .co.uk per il Regno Unito e così via.

Scoprire in modo semplice quale estensione fa al caso tuo

Per fugare qualsiasi dubbio, puoi adottare una semplicissima tecnica di indagine:

  1. Cerca su Google una o più parole chiave per le quali vorresti competere. Per esempio “Scarpe ortopediche”, se produci scarpe.
  2. Verifica le estensioni dei domini riportati in prima pagina fra i risultati organici di Google.
  3. Adotta l’estensione più frequente fra le precedenti

Se per ipotesi, tra i domini in prima pagina, figura molto spesso l’estensione “.it” (Come nell’esempio di figura), è evidente che Google sta in qualche modo premiando i siti con quell’estensione o comunque, non li sta penalizzando. Non sbaglierai sicuramente adottando quell’estensione.

Esempio di determinazione dell'estensione per il nuovo dominio
Esempio di determinazione dell'estensione per il nuovo dominio

Sì a domini ed estensioni multiple ... ma attenzione ai redirect

I motori di ricerca comunque, statisticamente valutano in genere meglio i siti i quali:

  • Possiedono più nomi di dominio. Per esempio una versione estesa ed una abbreviata: carlorossicarrozzeria.it , crcarrozzeria.it, carlorossi.it ecc.
  • Corrispondono un maggior numero di estensioni. In particolare, per siti web localizzati in Italia, le estensioni “.it”, “.com”, “.eu”, “.net”, “.org” e “.edu” sono le più importanti ai fini del ranking, con le prime due che rivestono un ruolo di primaria importanza per siti a carattere commerciale e le ultime due molto importanti per siti a carattere divulgativo/ informativo e comunque non a scopo di lucro.

Registrare più domini e più estensioni comporta sicuramente un costo lievemente maggiore ma agli occhi di Google in particolare, è segno di affidabilità del sito. Per evitare penalizzazioni tuttavia, occorre sempre ricordarsi di utilizzare la tecnica delle redirezioni 301 per fare in modo che tutti i domini e le estensioni puntino ad un unico dominio principale. Se ciò non fosse, Google potrebbe decidere che i siti sono diversi con il rischio di penalizzazioni dovute alla duplicazione di contenuti ecc. ecc.

Aut.:
Agg.:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi utilizzare questi tag e attributi nel tuo commento: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Send this to a friend