Fare pubblicità su Facebook

Facebook è il social perfetto per pubblicizzare prodotti e servizi per il consumatore finale, mentre è inadatto per il settore del Business to Business.

In questa pagina

  • Fare pubblicità su Facebook
  • Argomenti e temi di successo
  • Pubblico di riferimento
  • A chi è adatto
  • Quanto costa l’advertising di Facebook
  • Consigli per una promozione efficace
  • Casi di successo

Facebook si è evoluto molto nel corso degli anni ma la sua struttura di base è rimasta invariata. La metafora più adatta è quella di una piazza digitale, in cui tutti sono liberi di dire la propria opinione, senza filtri, se non quelli imposti dallo stesso social e che rispecchiano più o meno la morale pubblica, sebbene a volte la travalichino un po’. Il bacino di utenti è molto ampio, se non altro perché Facebook è stato il primo vero social network arrivato in Italia, per cui comprende persone di qualsiasi età, sesso, religione, provenienza.

È anche vero però che negli ultimi anni si è visto un calo di utenti più giovani, quelli che appartengono alla Generazione Z, i nati ovvero dal 1995 in poi. Nonostante ciò comunque, su Facebook è praticamente sempre possibile trovare target di riferimento molto specifici, il che ci garantisce una certa efficacia quando mettiamo in pratica la nostra strategia di comunicazione. Questo social network infatti è una sorta di enorme database che racchiude informazioni personali, gusti e opinioni degli iscritti e così via, e pertanto riesce ad individuare con estrema precisione quali possono essere gli eventuali possibili interessati a rendere virali i contenuti che pubblichiamo, o quali siano gli acquirenti dei prodotti o dei servizi che vendiamo.

Inoltre, grazie alla funzione dei gruppi è possibile coltivare delle community floride, e lavorare dunque anche sulla fidelizzazione del visitatore. Oppure, si possono sfruttare community già affermate per dare maggiore visibilità ad un marchio, a un prodotto e così via.

Argomenti e temi di successo

In linea di massima, Facebook è un posto dove esprimere quotidianamente idee, passioni e sentimenti. Facebook è adatto principalmente a chiunque sia in grado di proporre contenuti interessanti in queste aree tematiche:

  • Lo svago ed il divertimento in genere, le relazioni personali
  • Il gossip, la politica, le novità e le curiosità di tutti i tipi, le informazioni d’attualità
  • Animali e natura, ecologia e green-style
  • Alimenti e temi correlati all’alimentazione (Ricette, nutrizionisti, ristoranti e pizzerie …)
  • Arte, cultura e mentoring
  • Le passioni personali (sport, giochi, musica, tecnologia …)
  • I bisogni individuali fondamentali (Abbigliamento, medicina e benessere, estetica, immobili, lavoro …)
  • Personaggi pubblici (Politici, cantanti, attori, influencer, blogger …)
  • Professionisti a contatto con il cliente (avvocati, dentisti, medici, fotografi, agenti …)
  • Prodotti e servizi per il mercato consumer, sia B2C (Business to Consumer) che C2C

In linea generale, Facebook è inadatto a tutto il resto. Ad esempio, spesso non è un buon terreno di promozione per le industrie e le aziende di servizi se non nei settori elencati, e per lo più non è particolarmente consigliato per l’area del Business to Business per la quale sono preferibili LinkedIn e YouTube.

Il target di utenza

Età – A livello globale, Facebook è utilizzato principalmente nella fascia 18-54 anni ma viene utilizzato, in modo minore, anche dalle altre fasce d’età.

Sesso – Ambosessi.

A chi è adatto

Premettendo che la mera presenza su Facebook sia assolutamente indispensabile, in quanto mossa necessaria a costruirsi una reputazione sul web, chiunque sia interessato a raggiungere un vasto bacino di utenti attivi non può escluderlo dalla sua strategia di comunicazione.

Influencer, professionisti e aziende che vogliono far parlare di sé, farsi conoscere dal pubblico o spargere la voce sui prodotti e servizi offerti, non possono esimersi dal presentarsi su Facebook attraverso la creazione di un personaggio pubblico, una community o una pagina business, e utilizzando se è il caso la sponsorizzazione a pagamento delle pagine o soltanto di alcuni post per iniziare a far crescere il profilo e al contempo perfezionare progressivamente i segmenti di utenza interessati.

Quanto costa fare advertising su Facebook

I costi degli annunci variano in base a molti fattori. Approssimativamente, possiamo dire che il costo per la sponsorizzazione di un singolo post è tra i 5 € ed i 10 € per 1000 impressioni (CPM), con un costo medio per ogni interazione (Like, commenti, condivisioni, click sul post …) di 0,1€ – 0,2€. Gli stessi costi si applicano se vogliamo promuovere una pagina. I risultati migliori si ottengono quando il segmento di pubblico a cui il post si rivolge è scelto accuratamente, e il post è particolarmente interessante per il segmento di pubblico scelto.

Consigli per una promozione efficace

  • Essere presente senza però interagire con i tuoi follower non ti farà fare tanta strada. In particolare, quando parliamo di community e quindi di gruppi su Facebook, è fondamentale rispondere attivamente ai post pubblicati dagli utenti, mostrarsi disponibile e fornire dettagli e consigli.
  • Da non sottovalutare l’uso dei gruppi. Creare una community intorno ad un brand o ad un prodotto può giovare su più fronti. Da un lato fungerai da catalizzatore per tutti gli utenti interessati che useranno il tuo gruppo per scambiarsi dritte e consigli, dall’altro potrai dare un notevole risalto alla tua figura professionale o al tuo prodotto in una cornice più informale. Inoltre, se il gruppo sarà in grado di produrre valore – cioè informazioni utili e pratiche – anche il tuo prodotto acquisterà valore agli occhi di chi cerca consigli, perché associato ad una community valida.
  • Creare un gruppo e aspettare che cresca da solo non è una mossa astuta. Per permettere alla tua community di crescere devi impegnarti a postare contenuti di qualità regolarmente, contenuti che spingano le persone ad unirsi al gruppo e a partecipare.
  • Per far sì che una pagina business abbia successo sui social, è importante che il target di riferimento sia ben settorializzato. Non rivolgerti a tutti: Scegli una o più nicchie o community d’interesse a cui indirizzare il tuo messaggio. Facebook ha un pubblico così vasto, che è alto il rischio di far disperdere la tua pagina nell’oceano di contenuti che il social offre. Sii attivo, persuasivo e ben indirizzato.

(*) Vedi anche, in ultima pagina, i consigli generali per sviluppare una strategia sui social media efficace

Casi di successo

Alcuni famosi casi di successo su Facebook da cui prendere esempio:

  • Taffo Funeral Services: Una nota impresa di pompe funebri, che ha saputo brillantemente rileggere in chiave ironica un tema molto delicato!
  • Zalando: Utilizza efficacemente la promozione sul social per guidare gli acquirenti verso il suo store online.
  • Giallozafferano: Indirizza verso il proprio sito milioni di lettori interessati tramite la condivisione di video, immagini ed in genere contenuti molto “golosi”.
Aut.:
Agg.:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi utilizzare questi tag e attributi nel tuo commento: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Send this to a friend