A quali risultati posso arrivare ed in quanto tempo?

Per dare un’idea dei risultati che si possono ottenere con questi metodi, riportiamo alcuni dati e grafici di un esempio relativo ad un’impresa di servizi che ha deciso di investire sia in ottimizzazioni SEO sia in annunci Pay Per Click con risultati medio/buoni. L’azienda in questione ha cortesemente acconsentito alla pubblicazione dei dati. L’Impresa di cui parliamo opera nella zona di Milano e provincia ed ha iniziato a investire sistematicamente in campagne pubblicitarie Pay Per Click a partire da Marzo 2011 e successivamente in posizionamento SEO a partire da Novembre 2012. Il risultato netto relativo al 2011, rispetto al 2010, fu del +75% di nuovi clienti acquisiti ed un +83% di fatturato grazie al solo investimento in campagne pubblicitarie di annunci. Per il 2012 Il risultato netto fu di -8% sia nel numero di Clienti acquisiti sia nel fatturato con un +41% di nuovi Clienti ed un -49% circa di vecchi Clienti persi a causa della crisi: se non ci fosse stato l’investimento in campagne pubblicitarie lungo tutto l’anno ed in ottimizzazioni SEO a partire da Novembre il fatturato sarebbe probabilmente sceso di oltre il 40%. Per gli anni 2013 e 2014 il risultato netto fu rispettivamente del +11% e +5% rispetto all’anno precedente, ed infine per il 2015 il bilancio previsionale è del +8%. In buona sostanza nell’arco di 4 anni l’azienda ha più che raddoppiato il fatturato ed il numero di clienti: e tutto questo nonostante la crisi.

E’ importante osservare che l’azienda di cui parliamo non adotta alcun altra tecnica pubblicitaria: L’investimento in Web Marketing è il solo e unico responsabile di questi risultati. E’ anche da specificare che i clienti acquisiti che abbiamo tenuto in considerazione sono esclusivamente coloro che hanno dichiarato esplicitamente di essere venuti a conoscenza dell’azienda tramite il motore di ricerca Google (per telefono o utilizzando la form di richiesta presente sul sito Web dell’impresa). La rimanenza dei clienti che l’azienda ha acquisito è in percentuale inferiore al 3% rispetto a quelli che l’azienda ha acquisito utilizzando le tecniche di Web Marketing.

Risultati dell’investimento in campagne Pay per Click

I risultati dell’investimento SEM in campagne pubblicitarie Pay per click arrivano molto presto. Nell’esempio citato sono arrivati non appena la prima campagna pubblicitaria ha avuto inizio e fin dal primo anno (2011) l’azienda ha goduto di un ROI (Return on Investment), rapporto fra il reddito conseguito e il capitale investito, pari a 24,8 punti (+24800%).

Risultati dell’investimento in posizionamento su Google del sito

I risultati dell’investimento SEO invece arrivano immediatamente, le ottimizzazioni (Sia OnSite che Offsite) vengono eseguite progressivamente e se ben condotte, migliorano progressivamente la posizione del sito nei risultati di Google per le Parole Chiave scelte. La crescita è moderatamente lenta e piuttosto oscillante per vari motivi, una volta terminato il periodo di crescita il sito si assesta poi in una posizione più o meno definita anche se poi possono esserci ulteriori oscillazioni di minore entità. In figura è possibile avere un’idea di questo andamento: l’immagine riporta i dati reali relativi all’investimento in SEO proprio dell’impresa citata nell’esempio. La seconda figura rappresenta una sintesi della prima: Come risultato dei primi mesi di investimento in Search Engine Optimization, la posizione media all’interno dei risultati di Google del sito su un set di 20 parole chiave è passata da 40 a 7 nell’arco di 7 mesi, la posizione su un sottoinsieme di 4 parole chiave considerate di primaria importanza ai fini della vendita è passato da 58 a 3. Tutte e 4 le parole chiave sono in prima pagina e tra i primi 5 risultati di Google.

La posizione nel tempo del set di 15 parole chiave dell’esempio citatoPosizione parole chiave

La posizione media di tutte le parole chiave dell’esempioPosizione media KeyWords

Le oscillazioni che si possono osservare nella prima figura sono spesso dovute a ricalcoli da parte dei software di Google che contribuiscono, alcuni positivamente ed altri attribuendo penalità, al calcolo della posizione. Oppure sono dovute al semplice fatto che ad ogni ricerca Google calcola i risultati utilizzando un Data Center che potrebbe non essere sempre lo stesso (Ed il calcolo potrebbe non essere allineato in tutti i Data Center).

Mantenere un sito in buona posizione è un lavoro continuo e bisogna aggiungere periodicamente informazioni fresche, novità per i Clienti, offerte appetibili e così via affinché sia ben valutato da Google e dai clienti stessi. L’investimento per il mantenimento di una certa posizione è tipicamente molto inferiore rispetto a quello necessario all’ottenimento della posizione, talvolta capita però che i motori di ricerca cambino improvvisamente le logiche di classificazione dei risultati e che quindi siti ben posizionati perdano la posizione ottenuta a causa di “penalità” che Google ha, in buona fede o meno, attribuito.

Pagina Precedente
Pagina Successiva
Aut.:
Agg.:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi utilizzare questi tag e attributi nel tuo commento: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Translate Page

Send this to friend