I 47 migliori Marketplace online per vendere i tuoi prodotti

Dal gigante internazionale Amazon al colosso giapponese Rakuten Ichiba, passando per l'antagonista Ebay ed il genio del Business to Business Alibaba. Ecco i 47 mercati online più efficaci per vendere in rete: alcuni sono adatti alla vendita di prodotti nuovi, altri vanno bene per l'usato. Alcuni sono perfetti per vendere in Cina, altri sono ottimi per affacciarsi al mercato Arabo. Qual'è quello più adatto a te?
Dal gigante internazionale Amazon al colosso giapponese Rakuten Ichiba, passando per l'antagonista Ebay ed il genio del Business to Business Alibaba. Ecco i 47 mercati online più efficaci per vendere in rete: alcuni sono adatti alla vendita di prodotti nuovi, altri vanno bene per l'usato. Alcuni sono perfetti per vendere in Cina, altri sono ottimi per affacciarsi al mercato Arabo. Qual'è quello più adatto a te?

I 47 migliori Marketplace online per vendere i tuoi prodotti

I mercati online più popolari in Italia e nel mondo, per aiutarti a scegliere la piattaforma perfetta per il tuo negozio online. Per ogni piattaforma trovi una rapida descrizione, prodotti e settori per i quali è più indicata, costi e link util per iniziare a vendere o per saperne qualcosa in più.

Alcune informazioni, prima di partire

La platea dei mercati online è piuttosto vasta e le differenze possono essere enormi. Alcuni sono dedicati all’arte, all’artigianato o all’antiquariato. Su alcuni è possibile vendere solo prodotti nuovi, su altri anche usati. Alcuni sono adatti solo a paesi specifici come Francia, Germania o Brasile, altri sono internazionali. I big del settore ospitano milioni di potenziali acquirenti ogni mese mentre quelli più di nicchia solo poche migliaia. Con una così vasta scelta, per qualsiasi commerciante non particolarmente esperto di Internet diventa difficile trovare quello o quelli più adatti alle proprie necessità. Quale scegliere?

Il vantaggio più significativo nell’utilizzo di questi store online è che l’eCommerce è già pronto ed impacchettato. Molti di essi infatti mettono già a disposizione tutte le funzioni necessarie a creare una vetrina virtuale e gestire il processo di vendita, non c’è quindi bisogno di creare un proprio e-commerce Ad hoc. Qualcun altro insomma, ha già realizzato ed ottimizzato il marketplace: a noi non resta che concentrarci sui prodotti e sui clienti.

Il secondo vantaggio è che il traffico di potenziali clienti è garantito nella stragrande maggioranza dei casi. Ogni marketplace racchiude in sé potenziali clienti disposti a visionare e comprare la merce, fin dal primo giorno. Cosa ben diverse rispetto al classico e-commerce “fatto in casa”, che per mesi o anni può rimanere assolutamente inerte. Bisogna comunque sempre stare attenti ai nuovi trend per evitare brutte sorprese: Se oggi Amazon è in assoluto il più gettonato, non è detto che lo sia ancora domani. E non è detto che vada bene per vendere tutto … bisogna quindi informarsi.

Nessuno fa nulla gratis. E i negozi virtuali non fanno di certo eccezione. Ci sono sempre commissioni di vendita o abbonamenti, più o meno costosi, da pagare per usufruire del servizio.

Il grande svantaggio è che siamo comunque dipendenti dalla piattaforma scelta, ed in ogni caso ci stiamo affidando ad un’azienda esterna. Se da un lato tagliamo una grande fetta di lavoro, dall’altro siamo vincolati all’andamento del sito e alle scelte della società che lo gestisce. Se il marketplace subisce dei cali o fallisce, dobbiamo rifare tutto da capo su un’altra piattaforma.

In più, ci sono sempre limiti più o meno grandi che dobbiamo affrontare: ci stiamo affidando ad un’azienda esterna ed agiamo a tutti gli effetti come dei clienti nei loro confronti. Per questo motivo il nostro controllo sullo store è sempre piuttosto ridotto. Ad esempio, spesso non possiamo impostare opzioni complesse o metodi di pagamento particolari. Come potremmo invece fare utilizzando un e-commerce nostrano, aggiungendo le necessarie estensioni.

La reputazione del venditore è fondamentale: si tratta del pilastro più importante per costruire un successo duraturo e fidelizzare gli acquirenti. E va pazientemente costruita su ogni singolo store online. Questo può voler dire dover fare trust-building su 2 o più store, se decidiamo di non affidarci ad una sola piattaforma.

Il prezzo è importante per competere. I marketplace sono letteralmente dei mercati, e con tutta probabilità non saremo gli unici a vendere un determinato prodotto. Per questo tenere d’occhio il prezzo dei propri articoli rispetto alla concorrenza è fondamentale per rimanere competitivi.

Su alcuni è possibile fare dropshipping. Ebbene sì, il dropshipping è possibile anche qui. Alcuni marketplace ci permettono di rivendere articoli acquistati da terzi, agendo come dei veri e propri rivenditori.

Qualche consiglio per scegliere da subito il marketplace migliore: Per trovare lo store più adatto alle proprie esigenze senza perdere tempo, è meglio seguire una semplicissima procedura:

  1. Inquadrare bene i propri obiettivi di vendita: Quali prodotti voglio vendere? In quali paesi? Mi rivolgo al mercato consumer o business? Che budget mi posso permettere per iniziare? E così via.
  2. Dare una scorsa a tutta la lista dei marketplace (elencati sotto), selezionando i 3 o 4 che appaiono più adatti alle proprie necessità, in base alle risposte al punto 1.
  3. Iscriversi ai marketplace selezionati utilizzando i link e dedicarci un po’ di tempo, sperimentando per qualche giorno. La maggior parte degli store offre iscrizione gratuita, ed è importante capire esattamente quali sono le tariffe di vendita, quanto è facile inserire prodotti e così via prima di caricare tutto l’inventario o passare ad abbonamenti più costosi, che potrebbero poi rivelarsi uno spreco.
  4. Mantenere l’iscrizione solo per i marketplace ritenuti più efficaci, dopo la sperimentazione.

Bene, ora sei pronto a scoprire quali sono i Marketplace online più in voga al momento! Due cose ancora però prima di partire: Se sei già più propenso verso un e-commerce proprietario, puoi orientarti nella scelta leggendo l’articolo  Le 5 migliori piattaforme di e-commerce a confronto, che ti spiegherà quali sono vantaggi e svantaggi delle piattaforme più utilizzate al mondo, fra cui WooCommerce e Prestashop. Se invece sei ancora molto indeciso se iniziare a vendere online o meno, se affidarti ad un marketplace o se invece creare un e-commerce tuo, ti consiglio di leggere l’articolo Creare un sito E-Commerce per vendere online: SI o NO? L’articolo ti chiarirà un po’ le idee e ti aiuterà a valutare se ne vale la pena o meno, e cosa fare per vendere al meglio.

Ed ora, ecco la lista. Buona lettura!

Ricorda che puoi utilizzare CTRL+F per cercare all’interno della pagina. Ad esempio: ti interessa trovare un sito per vendere in Canada o in Arabia Saudita? O uno adatto per vendere quadri e libri? Digita CTRL+F, inserisci la parola chiave da cercare e premi invio per arrivare rapidamente a destinazione!

1 - Amazon

Amazon è un’impresa statunitense con sede a Seattle, negli Stati Uniti. Fondata inizialmente con il nome di Cadabra.com da Jeff Bezos nel 1994, ad oggi è la regina incontrastata della vendita su internet, con oltre 1,5 miliardi di visite al mese.

Cosa è possibile vendere su Amazon

Praticamente qualsiasi tipo di articolo. In particolare: bellezza e salute, alimentari, casa, industria e scienza, cucina, prodotti per animali domestici, sport e tempo libero, prima infanzia, fai da te, cancelleria e prodotti per ufficio, elettronica, giardino e giardinaggio, abbigliamento, informatica, scarpe e borse, giochi e giocattoli, auto e moto, valigeria, gioielli, libri, musica, film e tv.

Nazioni e paesi di riferimento

Internazionale, il sito più grande è Amazon.us.

Come iniziare su Amazon

Registrati qui come venditore Amazon per creare il tuo account di vendita.

Tariffe di vendita di Amazon

0,99 € (per articolo) + commissioni di vendita o 39 €/mese più commissioni di vendita.

2 - EBay

EBay è stata tra i primi marketplace a raggiungere la scala mondiale. Offre ai propri utenti la possibilità di vendere e comprare oggetti nuovi e usati, sia a prezzo fisso sia dinamico, attraverso l’utilizzo di aste online di durata limitata. È tutt’oggi tra le società leader nel settore dell’e-commerce, con fatturato in costante crescita ed oltre 1000M di visite al mese.

Cosa è possibile vendere su EBay

Prodotti nuovi e usati inerenti elettronica, casa e giardino, fai da te, moda, auto e moto, sport e viaggi, divertimento, hobby e prodotti sotto i 10 €. E’ anche possibile creare aste di beneficenza.

Nazioni e paesi di riferimento

Internazionale.

Come iniziare su EBay

Accedi alla console venditori per iniziare a vendere su EBay.

Tariffe di vendita di EBay

Per quanto riguarda i costi, EBay differenzia tra venditori professionali (Con Negozio EBay) e non. I venditori non professionali hanno a disposizione 50 inserzioni gratuite al mese e pagano il 10% del valore finale di commissione alla vendita. I venditori professionali hanno a disposizione un numero di inserzioni molto maggiore, stessa commissione di vendita ma devono pagare un canone di abbonamento base che parte da 19,50€. Il canone consente sia la gestione del negozio virtuale che l’utilizzo di strumenti di marketing avanzati.

3 - Zalando

Zalando è un e-commerce europeo creato in Germania nel 2008 da Robert Gentz e David Schneider, specializzato in moda, abbigliamento e calzature. Conta circa 50M di visite al mese.

Cosa è possibile vendere su Zalando

Principalmente abbigliamento uomo/donna, abbigliamento e accessori fitness e sport, gioielli e intimo.

Nazioni e paesi di riferimento

Tutta Europa.

Come iniziare su Zalando

Puoi iniziare a vendere su Zalando solo se produci prodotti con brand proprio. Per farlo devi contattare direttamente lo staff attraverso i riferimenti pubblicati sul sito.

Tariffe di vendita di Zalando

Anche per i costi è necessario contattare direttamente lo staff.

4 - Groupon

Un caposaldo per la promozione di offerte di servizi e prodotti. Particolarmente adatto per  ristorazione, abbigliamento, videogiochi e intrattenimento, viaggi, benessere ed in genere servizi e prodotti per il tempo libero. Il sito conta oltre 100M di visite mensili, ma in costante calo a causa forse delle politiche di gestione (e di costo) che il portale applica. Il modello di business particolarmente aggressivo ha generato negli anni diverse critiche e provocato l’abbandono di molti dei venditori che inizialmente vi si erano affidati. Nonostante tutto, Groupon rimane un’ottima opzione per affacciarsi sul mercato e sponsorizzare i propri prodotti o servizi.

Cosa è possibile vendere su Groupon

Qualsiasi cosa possa essere soggetta a sconti: auto e moto, viaggi, idee regalo, prodotti per salute e bellezza, spa e benessere, eventi e tempo libero, servizi di ristorazione e bar, servizi e prodotti inerenti lo sport, servizi a privati e per la casa, alimentari, animali, casa e giardino, elettronica, giocattoli, gioielli e orologi, intrattenimento, moda uomo/donna, neonati e bambini, arte e intrattenimento (concerti e musica, parchi, spettacoli e cultura …).

Nazioni e paesi di riferimento

Internazionale.

Come iniziare su Groupon

Clicca qui per creare il tuo account di vendita su Groupon.

Tariffe di vendita di Groupon

Le commissioni imposte da Groupon sono generalmente molto alte, si parla di circa il 50% di commissioni ed uno sconto dal 50% al 90% sui prodotti/servizi venduti.

5 - Etsy

Etsy nasce come alternativa online per la vendita di artigianato, prodotti di antiquariato e vintage. Nel sito vengono proposti solo oggetti fatti a mano, o fabbricati – cioè realizzati da un’industria o da un’officina – su progetto e su commissione di un artigiano. L’ “artigianalità” del prodotto acquistato, è garantita da un’intera squadra di “integrità” che si occupa di verificare che i prodotti venduti soddisfino tutti i criteri di vendita esclusiva; questo rende Etsy una realtà di supporto al piccolo commercio, agli imprenditori, alle industrie locali e all’economia su piccola scala. Il sito vanta 150M di visite mondiali al mese, un numero che cresce ogni giorno.

Cosa è possibile vendere su Etsy

Come abbiamo detto antiquariato e artigianato ma senza una declinazione specifica: manufatti, gioielli e accessori, abbigliamento, articoli per la casa, feste e matrimoni, giochi, arte e oggetti da collezione, materiali e attrezzature per il fai-da-te, vintage e antiquariato, igiene e bellezza, libri, film e musica, elettronica, articoli per animali domestici.

Nazioni e paesi di riferimento

Principalmente Stati Uniti (USA), ma il sito sta gradualmente assumendo importanza a livello mondiale… quindi potrebbe essere una buona opportunità per tutti!

Come iniziare su Etsy

Crea un account su Etsy per iniziare il tuo primo store. Puoi anche accedere utilizzando Facebook o Google, senza la necessità di inserire i dati.

Tariffe di vendita su Etsy

Etsy prevede una tariffa di circa 0,18€ per un’inserzione della durata di 4 mesi, oltre che commissioni del 5% per ogni transazione oltre che del 4% + 0,30€ per l’elaborazione di ogni pagamento. Questo per quanto riguarda l’abbonamento standard, che non ha costi mensili aggiuntivi. In più, Etsy mette a disposizione gli abbonamenti Plus e Premium, con strumenti di marketing e vendita aggiuntivi, disponibili previo pagamento di un abbonamento mensile. Trovi tutti i dettagli aggiornati alla pagina delle tariffe di Etsy.

6 - Spartoo

Spartoo è un negozio di moda online che si focalizza principalmente sul mercato francese. Propone tre velocità di spedizione, in base al livello di impazienza e necessità di ciascun cliente. Spartoo offre inoltre la garanzia del “prezzo assicurato più basso in commercio”, in confronto a tutti gli altri e-commerce online. Può essere utilizzato solo dai venditori che possono offrire un minimo di 250 articoli. Al momento registra 2M di visite mensili.

Cosa è possibile vendere su Spartoo

La piattaforma è stata creata per la promozione di abbigliamento uomo, donna e bambino.

Nazioni e paesi di riferimento

Francia.

Come iniziare su Spartoo

Occorre contattare direttamente lo staff, come indicato in questa pagina,per diventare un venditore autorizzato.

Tariffe di vendita Spartoo

La quota associativa mensile è di € 39 e la commissione varia dal 15 al 20 percento. Non ci sono listini o tasse di registrazione una tantum.

7 - Alibaba

Il principale contatto per il commercio wholesale e tra aziende (B2B). Alibaba non può essere considerato un vero e proprio “negozio online” perché non vende direttamente prodotti, non ha un inventario o partecipa a operazioni di logistica come deposito, fornitura o spedizione dei prodotti. È quindi principalmente una piattaforma di e-commerce che mette in contatto le aziende cinesi con le aziende e i clienti internazionali. Il sito conta oltre 100M di visite mensili mondiali e 100K solo in Italia.

Cosa è possibile vendere su Alibaba

Alibaba varia molto sulla tipologia di prodotti disponibili, principalmente troviamo: abbigliamento, attrezzatura tessile e apparecchiature, mezzi di trasporto, borse e scarpe, elettronica e componenti, apparati per telecomunicazioni e sicurezza, regali, sport e giocattoli, strumenti di misura, salute e bellezza, gioielli, casa e arredamento, luci e illuminazione, costruzioni e materiali edili, macchine e macchinari, parti e strumenti industriali, metallurgia, prodotti chimici e farmaceutici, gomma e materie plastiche, imballaggi, pubblicità e materiale per ufficio.

Nazioni e paesi di riferimento

Internazionale

Come iniziare su Alibaba

Puoi eccedere subito al portale venditori, ma ti consigliamo di chiamare per ricevere informazioni dettagliate prima di creare il tuo store!

Tariffe di vendita su Alibaba

In media dai 3.000$/anno ai 10.000$/anno. I costi cambiano in base alla nazione del venditore ed alla capacità di trattativa, è quindi consigliabile chiedere al supporto vendite per informazioni.

8 - Airbnb

Airbnb è un mercato comunitario che serve a pubblicare, pubblicizzare e prenotare alloggi in modo economico in oltre 190 paesi. È oggi uno dei sistemi di maggior successo dell’economia collaborativa – sistema economico in cui beni e servizi sono condivisi e scambiati tra individui attraverso piattaforme digitali -. Airbnb si basa sulla modalità “Bed and Breakfast” ma puoi affittare anche appartamenti comuni, case sugli alberi, igloo, geo cupole, mulini, ecc. Uno dei fondamenti di questa piattaforma è la sicurezza; viene per questo richiesto sia all’ host che all’ ospite una verifica dell’identità. Per usufruire del servizio è quindi necessario inviare il documento di identità scansionato via e-mail. Questa piattaforma è oggi un punto di riferimento per hotel, case vacanza e B&B, con oltre 100M di visite globali ogni mese.

Cosa è possibile vendere su Airbnb

Il sito, votato al turismo, si concentra su hotel, B&B e case vacanza.

Nazioni e paesi di riferimento

Internazionale.

Come iniziare su Airbnb

Per affittare un locale, registrati per diventare host.

Tariffe di vendita su Airbnb

Le tariffe possono variare, in parte i costi sono a carico dell’ospite ed in parte a carico dell’host. Ti rimandiamo alla pagina ufficiale sui costi per maggiori informazioni.

9 - Tripadvisor

Piattaforma che offre ai proprietari di locali, spazi e strutture la possibilità di creare un profilo per la propria attività, ed ai clienti di lasciare recensioni sui luoghi visitati. Basandosi sui punteggi e opinioni lasciate dai visitatori, Trip Advisor genera una classifica delle diverse attività. L’indice di popolarità stilato funziona con un algoritmo che la società ad oggi mantiene segreto. È noto che i fattori considerati sono la qualità e la quantità delle opinioni e che la classifica si basi quindi sulla popolarità e sul punteggio dati dai clienti. Trip Advisor è considerato oggi un punto fondamentale per ogni attività di marketing poiché offre incredibili e continue opportunità di miglioramento del profilo, che genera di conseguenza anche un aumento dei clienti. Come Airbnb, anche questa piattaforma si dedica al mercato del turismo e vanta 100M di visite globali ogni mese.

Cosa è possibile vendere su vendere su Trip Advisor

A differenza di Airbnb non si limita solo agli alloggi. Tra i suoi prodotti troviamo: hotel e B&B, voli e trasporti, ristoranti, tour e visite guidate, intrattenimento/spazi per giochi di società e molto altro.

Nazioni e paesi di riferimento

Internazionale.

Come iniziare su Trip Advisor

Per cominciare, devi creare il profilo della tua struttura su Trip Advisor.

Tariffe di vendita su Trip Advisor

Il portale applica generalmente una commissione del 3% su tutte le prenotazioni. Clicca qui per maggiori informazioni.

10 - Expedia

Expedia è la sorella minore dei 2 giganti appena citati, mantenendo però 50M di visite globali ogni mese. È un’agenzia di viaggi online (OTA- Online Travel Agencies) con sede negli Stati Uniti e delegazioni in 31 paesi in tutto il mondo. Expedia è un intermediario tra il cliente e la società appartenente al settore turistico. All’interno di questa piattaforma l’utente può verificare i prezzi di diversi prodotti e prenotare voli, hotel o veicoli. Ad ogni prenotazione viene applicata una commissione del 20% sul prezzo.

Cosa è possibile vendere su vendere su Expedia

Il sito si occupa di hotel, B&B, voli, noleggio auto ed in genere del settore turistico.

Nazioni e paesi di riferimento

Internazionale

Come iniziare su Expedia

Registra la tua struttura per iniziare la tua partnership con Expedia.

Tariffe di vendita su Expedia

Le tariffe possono variare, ma generalmente applicano dal 15% al 30% di commissione su ogni prenotazione, in base al contratto accettato dal venditore durante la registrazione.

11 - Wish

Questo marketplace di origine asiatica conta ben 50M di visite mondiali ogni mese. Il suo sistema è molto simile a quello di EBay, ma a differenza del colosso americano è necessario iscriversi per visualizzare i prodotti. Wish è infatti un’app, disponibile sia per iOS che per per Android, che consente di acquistare principalmente prodotti cinesi (dalla tecnologia alla moda) a prezzi estremamente bassi.

Cosa è possibile vendere su Wish

Wish è un negozio virtuale che fa della convenienza ma soprattutto della varietà il suo punto di forza. Le categorie principali sono: elettronica, casa e giardino, fai da te, moda, auto e moto, sport e viaggi, divertimento e hobby, e in generale prodotti sotto i 10 €.

Nazioni e paesi di riferimento

Internazionale

Come iniziare su Wish

Iscriviti per iniziare a vendere su Wish.

Tariffe di vendita su Wish

Il sito si vanta di non imporre costi per l’esposizione dei prodotti, ma prende una percentuale da ogni ordine. La percentuale non è pubblica ed è variabile, dopo l’iscrizione puoi scoprire la percentuale applicata seguendo le indicazioni a questa pagina.

12 - Trivago

Trivago è un metasearch di viaggio che si concentra sugli hotel. Questa pagina confronta i prezzi di oltre 700.000 hotel su oltre 200 siti di prenotazione, come Expedia e Booking. È uno dei “players” che è cresciuto di più nell’ultimo anno grazie anche al suo strumento “Hotel Manager Pro” che consente di pubblicare prezzi diretti e attirare più visite al sito web dell’hotel. Con sede a Düsseldorf, ha 45 milioni di utenti al mese sulle sue oltre 40 piattaforme internazionali.

Cosa è possibile vendere su Trivago

Il marketplace si concentra sul turismo ed in particolare su Hotel, B&B e case vacanza.

Nazioni e paesi di riferimento

Internazionale.

Come iniziare su Trivago

Accedi a Trivago Business Studio per registrarti come struttura autorizzata su Trivago.

Tariffe di vendita su Trivago

L’iscrizione a questa piattaforma è gratuita, per sponsorizzare la struttura è però necessario utilizzare il sistema Rate Connect, che permette di ricevere prenotazioni utilizzando annunci Pay per Click. Il costo è di circa €0,10 per ogni click. Maggiori dettagli sono disponibili sulla pagina dei prezzi di Rate Connect.

13 - Subito

Subito.it è uno dei portali più conosciuti dedicato agli annunci per vendite e acquisti online. Permette a migliaia di persone di mettersi in contatto e concludere numerosi affari vendendo in maniera diretta i propri prodotti. La piattaforma rappresenta oggi uno dei principali servizi di annunci web in Italia; contiene al suo interno 5.500.000 annunci disponibili, divisi per categoria e per regione di riferimento. Gli annunci di vendita possono essere inseriti gratuitamente, l’unica condizione è che siano disponibili sul territorio italiano e che vengano inseriti in una categoria specifica. Il portale registra circa 9 milioni di visitatori unici ogni mese e 150 mila nuovi annunci pubblicati in media ogni giorno.

Cosa è possibile vendere su Subito

Il sito si concentra principalmente sulla vendita di oggetti usati di ogni tipologia: si passa dalle macchine al mobilio, dalla tecnologia al giardinaggio. Qualsiasi cosa possa essere venduta come usata può essere trovata su Subito.

Nazioni e paesi di riferimento

Italia

Come iniziare su Subito

Clicca qui per registrarti ed inserire il tuo primo annuncio.

Tariffe di vendita su Subito

Subito carica una tariffa per ogni annuncio pubblicato, più varie opzioni per garantire più visibilità ai nostri prodotti. Per maggiori informazioni ti rimandiamo alla pratica guida di Aranzulla.

14 - Newegg

Newegg si concentra sulla vendita di prodotti elettronici, ma vengono ammesse altre categorie come cosmetici e libri. Sebbene il processo di registrazione non sia istantaneo per il venditore e sia necessario passare da un’analisi della qualità, le condizioni e le commissioni sono migliori rispetto ad altri mercati elettronici. Newegg oggi riunisce oltre 36 milioni di utenti interessati ai prodotti elettronici in oltre 50 paesi. La sua strategia non si limita solo ad attrarre una grande massa di venditori, ma a formarli e informarli: pubblicano rapporti mensili e tengono congressi con specialisti nel mercato della tecnologia. Come Amazon, offre un proprio servizio di logistica e di servizio clienti. Questo colosso americano dell’elettronica vanta 30M di visitatori ed un mercato florido verso USA e Canada.

Cosa è possibile vendere su Newegg

Il sito si concentra principalmente su sistemi ed attrezzature elettroniche di tutti i tipi, mobile, computer, laptops e relativi accessori, ricambi.

Nazioni e paesi di riferimento

USA e Canada, ma si sta espandendo a livello globale.

Come iniziare su Newegg

Registrati come venditore per iniziare a vendere la tua tecnologia su Newegg

Tariffe di vendita su Newegg

Questo marketplace trattiene una commissione variabile tra il 9% ed il 15% (in base alla categoria dell’articolo) su ogni prodotto venduto. Puoi trovare tutti i dettagli alla pagina delle commissioni ufficiale.

15 - Cdiscount

Cdiscount consente ai venditori di proporre i loro prodotti nuovi o usati agli acquirenti. Si adatta principalmente alla vendita verso Francia, Belgio, Algeria, Tunisia e Marocco. Nella piattaforma sono presenti oltre 9.000 commercianti partner che offrono prodotti in oltre 40 categorie, tra cui articoli per la casa, giocattoli, mobili, articoli per bambini, articoli sportivi ed elettronici. Una volta attivato l’account ed effettuata la registrazione, è possibile caricare il catalogo dei prodotti e le offerte nello spazio venditore. Per registrarsi è necessario acquistare un abbonamento mensile. Questo marketplace richiede che il servizio clienti sia in lingua francese e che gli abbonati debbano essere iscritti nel registro delle imprese del proprio paese. Al raggiungimento di 35 mila euro di vendite online sarà richiesta anche una partita iva francese e un deposito fiscale in Francia. E’ oggi considerato l’alternativa francese ad EBay con 20M di visite mensili.

Cosa è possibile vendere su Cdiscount

Tra i prodotti offerti da Cdiscount troviamo: articoli per la casa, giocattoli, mobili, articoli per bambini, articoli sportivi, informatica, tecnologia, elettrodomestici e persino cibo.

Nazioni e paesi di riferimento

Francia e paesi di lingua francese quali Belgio, Algeria, Tunisia e Marocco

Come iniziare su Cdiscount

E’ necessario validare una mail ed un numero di telefono francese per registrarsi come venditore.

Tariffe di vendita su Cdiscount

Il sito prevede un abbonamento mensile di 39,90 euro più delle commissioni del 15% per ogni prodotto nuovo venduto o del 17% per ogni prodotto usato venduto. Trovi tutti i dettagli qui.

16 - Fnac

Fnac è un retail francese che propone un mercato online misto, dove puoi trovare una grande varietà di articoli che passano dall’intrattenimento ai prodotti culturali, di elettronica e di consumo. Attualmente, il mercato Fnac occupa l’ottava posizione nella Top 10 dei mercati più importanti in Europa, con 36 milioni di visite al mese. Per attivare il profilo, il venditore deve assicurare che le schede dei prodotti e il servizio clienti vengano offerti in lingua francese. Viene inoltre richiesta una tariffa fissa mensile e applicata una commissione di vendita variabile in base ai prodotti venduti. Il sito è adatto per vendere verso Francia, Belgio, Algeria, Tunisia e Marocco.

Cosa è possibile vendere su Fnac

Il sito si concentra su oggettistica quotidiana e tecnologia.

Nazioni e paesi di riferimento

Francia

Come iniziare su Fnac

Registrati sul Fnac Darty markeplace per iniziare a vendere su Fnac. A differenza di Cdiscount, non è richiesto un numero di telefono francese.

Tariffe di vendita su Fnac

L’abbonamento mensile è di 39.90 euro, più delle commissioni variabili da 0.49 a 1.49 euro per articolo. Trovi una descrizione più approfondita qui.

17 - Otto

Questo gigante tedesco si è dimostrato uno dei più grandi e-commerce mondiali con 50M di visite mensili in Europa (per la maggior parte in Germania). Otto Group è considerato il secondo rivenditore online al mondo nel settore B2C (da azienda a consumatore). L’azienda gestisce oltre 100 siti di vendita online in più di 20 paesi. I tre pilastri della strategia di vendita multicanale di Otto Group consistono in e-commerce, vendita tramite catalogo e nei punti vendita. Per numerose aziende l’e-commerce è responsabile del 60% del totale degli incassi dell’attività.

Cosa è possibile vendere su Otto Group

Come molti su questa lista, Otto Group punta sulla varietà quando si parla di prodotti in vendita. Si spazia dai prodotti per la casa alla tecnologia, dal giardinaggio agli elettrodomestici.

Nazioni e paesi di riferimento

Europa ma principalmente attivo in Germania

Come iniziare su Otto

Per iniziare una partnership con Otto occorre contattare lo staff.

Tariffe di vendita su Otto Group

Anche per i dettagli sui costi dovrai rivolgerti direttamente allo staff.

18 - Abebooks

Abebooks è un portale, appartenente al gruppo Amazon, che mette a disposizione degli utenti una vasta scelta di libri nuovi o usati e anche fuori dal catalogo. Il venditore ha a sua disposizione la gestione del proprio catalogo online in cui dovrà inserire costi, specifiche, spese e tempi di spedizione. Questo e-commerce richiede una sottoscrizione mensile calcolata sulla base del numero di libri esposti nel catalogo. Marketplace internazionale di nicchia da 10M di visitatori mensili.

Cosa è possibile vendere su Abebooks

Il sito si occupa esclusivamente della vendita di libri antichi, vintage ed oggetti da collezione.

Nazioni e paesi di riferimento

Internazionale. Attivo in più di 50 paesi.

Come iniziare su Abebooks

Clicca qui per iniziare a vendere su Abebooks.

Tariffe di vendita su Abebooks

Il sito richiede un abbonamento mensile basato sulla quantità di prodotti in vendita, di minimo 25 dollari. Inoltre, dovrai pagare una commissione variabile su ogni oggetto venduto ed una tariffa supplementare per ogni transazione tramite carta di credito. Trovi i dettagli alla pagina delle tariffe.

19 - Bol

Bol è il rivenditore leader nel settore olandese. Conta nel suo catalogo 16 milioni di articoli in più di 20 categorie, tra cui elettronica, articoli per bambini, libri, prodotti per la salute e lo stile di vita, gioielli e accessori, sport e tempo libero. Non tutti possono vendere: I venditori sono selezionati attraverso domande di prequalifica. Sono previsti costi di avviamento, canoni mensili o costi di inserimento prodotti. Bol è una piattaforma attiva in più paesi, da 30M di visitatori al mese

Cosa è possibile vendere su Bol

Su Bol puoi trovare libri, giochi, elettronica, oggetti per la casa etc.

Nazioni e paesi di riferimento

Paesi bassi, Belgio e marginalmente Germania.

Come iniziare su Bol

Per iniziare a vendere su questo store bisogna contattare direttamente lo staff a questo link, con l’aiuto di un assistente che sappia l’olandese.

Tariffe di vendita su Bol

I venditori pagano solo una commissione per ciò che viene venduto che varia dal 5% al 17%, a seconda dell’articolo, in media il 15% del prezzo.

20 - Wildberries

Wildeberries è il più importante marketplace generalista Russo. Vende 15,000 brand tra abbigliamento, scarpe, cosmetica, prodotti per la casa e per l’infanzia, elettronica, libri, gioielleria, food e molto altro. Registra una media di 400,000 ordini giornalieri. Si differenzia dagli altri marketplace di moda per l’offerta tra consegna e ritiro. Rispettivamente, se il cliente sceglie la consegna a casa può ricevere il proprio acquisto anche in giornata. Per chi sceglie di ritirare il prodotto acquistato invece, Wildberries ha pensato di strutturare i propri ‘pick up point’ come negozi con veri e propri camerini di prova. È principalmente adatto per vendere in Russia e Ucraina.

Cosa è possibile vendere su Wildberries

Abbigliamento e accessori sia da uomo che da donna.

Nazioni e paesi di riferimento

Russia e Ucraina

Come iniziare su Wildberries

Per iniziare a vendere su Wildberries clicca qui. Il sito è esclusivamente in russo e avrai bisogno di personale madrelingua Russo per comunicare con loro.

Tariffe di vendita su Wildberries

Non siamo riusciti a reperire informazioni sulle tariffe di questo store. Ti consigliamo di visitare la pagina ufficiale o a contattare lo staff per informazioni.

21 - Ozon

Un altro marketplace russo. Questa volta però da 40M di utenti in Russia e Ucraina.

Cosa è possibile vendere su Ozon

Ozon si presenta cronologicamente come prima alternativa ad Amazon ed EBay in Russia. Per questo vende tutto ciò che questi altri 2 colossi possono offrire.

Nazioni e paesi di riferimento

Russia e Ucraina

Come iniziare su Ozon

Accedi al portale venditori per registrarti come venditore su Ozon. Anche in questo caso avrai bisogno di personale madrelingua Russo…

Tariffe di vendita su Ozon

Anche per questo marketplace non siamo riusciti a reperire sufficienti informazioni riguardanti le tariffe di vendita.

22 - Eldorado

Store russo da 20M di utenti che verte principalmente sulla tecnologia.

Cosa è possibile vendere su Eldorado

All’interno dello store possiamo trovare elettronica, telefonia, elettrodomestici ed accessori personali.

Nazioni e paesi di riferimento

Russia e Ucraina

Come iniziare su Eldorado

Clicca qui per iniziare a vendere, ma ricorda che avrai bisogno di personale madrelingua Russo.

Tariffe di vendita

Le tariffe di vendita di Eldorado ci sono sconosciute. Ti consigliamo di ricercare sul sito ufficiale.

23 - Envato

Envato è un servizio che fornisce download illimitati di centinaia di migliaia di risorse digitali. I membri hanno anche accesso gratuito al loro partner Tuts+ che propone corsi online per creativi digitali. I corsi gratuiti sono diretti sia ai principianti che ai professionisti esperti. Envato Elements è la risorsa ideale per un progettista indipendente che punta a far crescere e a gestire la sua attività. Con 15M di visite globali, è il marketplace di riferimento per la vendita di asset digitali per creativi.

Cosa è possibile vendere su Envato

Come abbiamo detto, questo store si concentra sui creativi. Tra i suoi prodotti quindi troviamo asset digitali, ma anche software e plugin per siti web volti alla produzione di video, immagini, etc.

Nazioni e paesi di riferimento

Internazionale

Come iniziare su Envato

Segui la procedura di registrazione per diventare un autore autorizzato Envato.

Tariffe di vendita su Envato

La politica di questo store è quella di trattenere una commissione da ogni vendita. Queste commissioni possono essere anche molto alte ( fino al 55%), in base al fatto che vendiate solo su Envato o anche su altri marketplace. Per tutti i dettagli vi rimandiamo alla loro pagina ufficiale.

24 - Taobao

Gigante cinese, costola di Alibaba, conta oltre 600M di visite al mese. Ha regole più stringenti del normale per i suoi venditori: per diventare partner autorizzati infatti, avrai bisogno di una base logistica in Cina, oppure di un rivenditore in loco (cosa tuttavia piuttosto facile: è possibile aprire un profilo su Taobao e contattarli attraverso di esso per trovare un partner).

Cosa è possibile vendere su Taobao

Le principali categorie che si possono trovare su Taobao sono: abbigliamento uomo e donna, intimo, gioielleria, scarpe, prodotti per la casa, mobilio, elettrodomestici, attrezzatura da ufficio e tecnologia.

Nazioni e paesi di riferimento

Cina

Come iniziare su Taobao

Clicca qui per registrarti come venditore su questo marketplace. E’ necessario avere a disposizione personale madrelingua per registrarsi al sito, dopo di che le comunicazioni possono avvenire in lingua inglese.

Tariffe di vendita Taobao

Questo store applica commissioni variabili di diversi tipi. Trovi i dettagli dalla loro pagina ufficiale.

25 - JingDong

Un altro colosso cinese da 400M di visite mensili. Il suo punto di forza è che, al contrario di Taobao, non richiede una base logistica in Cina per iniziare a vendere.

I prodotti che è possibile vendere su JingDong

Come ogni enorme e-commerce, i prodotti all’interno di JingDong variano moltissimo tra di loro. Temi ricorrenti sono: abbigliamento, scarpe, accessori, prodotti per la casa, gadget, mobilio, telefonia e tecnologia in generale.

Nazioni e paesi di riferimento

Cina

Come iniziare su JingDong

Clicca qui per iniziare a vendere. Ricorda che avrai bisogno almeno di un assistente in grado di parlare e scrivere fluentemente in cinese.

Tariffe di vendita su JingDong

Per iniziare JD richiede un deposito di 15000$, una tassa di 1000$ e per ogni vendita una commissione dal 2 al 5%.

26 - Tmall

Altro colosso Cinese. Il più grande punto di forza di questo market rispetto agli altri è la sua impostazione che cerca di favorire quanto più possibile i venditori esteri, rimuovendo la necessità di un assistente madrelingua cinese. Con oltre 300M di visite mensili risulta molto simile a JingDong, ma opera anche in Taiwan e Macau.

Cosa è possibile vendere su Tmall

I prodotti sono gli stessi trovati su JingDong, quindi abbigliamento, tecnologia, prodotti per la casa etc. Praticamente qualsiasi cosa.

Nazioni e paesi di riferimento

Cina, Taiwan e Macau.

Come iniziare su Tmall

Cliccando qui aprirai la pagina dedicata dello store per aprire il tuo negozio virtuale.

Tariffe di vendita su Tmall

Come gli altri store cinesi, Tmall richiede un deposito di sicurezza, una tassa e una commissione su ogni vendita. Le tariffe sono molto articolate, trovi i dettagli e le cifre esatte alla pagina Fee Schedule.

27 - Best Buy

Best Buy nasce come una catena di negozi fisici che ha successivamente aperto anche all’ e-commerce. Propone una rete di negozi distribuita capillarmente sul territorio e una strategia commerciale orientata al cliente con un importante servizio di supporto a consumatori e aziende. Questo colosso dell’elettronica conta oltre 100M di visite mensili.

Cosa è possibile vendere su Best Buy

Lo store si occupa principalmente di elettronica di consumo: telefonia, audio, accessori per computer e così via.

Nazioni e paesi di riferimento

USA, Canada e Messico

Come iniziare su Best Buy

Per iniziare una collaborazione con Best Buy è necessario contattare direttamente l’azienda tramite i link di contatto disponibili sul sito.

Tariffe di vendita

Anche per i dettagli sulle tariffe di vendita devi scrivere direttamente allo staff di Best Buy.

28 - Souq

Souq è il principale negozio di e-commerce in Medio Oriente. Fa parte del gruppo Amazon e conta circa 8,4 milioni di prodotti in vendita in 31 categorie come elettronica di consumo, moda, salute e bellezza, articoli per la casa e il bambino. Il Marketplace è molto attivo in tutti i paesi di lingua araba, con 30M di visitatori mensili.

Cosa è possibile vendere su Souq

Le categorie principali comprendono: elettronica e telefonia, abbigliamento e moda, alimenti e bevande, giochi, sport e attrezzature, accessori e altro ancora.

Nazioni e paesi di riferimento

Egitto, Emirati Arabi, Arabia Saudita e altri paesi arabi.

Come iniziare su Souq

Registrati su Souq Sellers per iniziare il tuo percorso su Souq.

Tariffe di vendita su Souq

La politica di questo store è quella del free listing. Vale a dire che non dovrai pagare alcuna commissione per mettere in vendita i tuoi prodotti sul sito. Al momento dell’acquisto però Souq tratterrà una commissione sul venduto. Le tariffe sono variabili in base al paese di vendita, accedi alla pagina delle commissioni per maggiori informazioni.

29 - Macy's

Ancora un marketplace americano, ma questa volta più di nicchia. Con 50M di visite, il sito si concentra su moda e fashion.

Cosa è possibile vendere su Macy’s

Abbigliamento uomo e donna, gioielli, accessori e moda in generale.

Nazioni e paesi di riferimento

USA

Come iniziare su Macy’s

Visita la pagina per aspiranti rivenditori per capire il da farsi ed iniziare a vendere i tuoi prodotti su Macy’s.

Tariffe di vendita su Macy’s

Le tariffe di vendita sono variabili in base alla contrattualizzazione ed alla trattativa iniziale.

30 - Overstock

Di nuovo nel paese a stelle e strisce con un marketplace che si occupa di arredamento, forniture per la casa e mobilio, da 20M di visite mensili.

Cosa è possibile vendere su Overstock

I prodotti trattati da Overstock sono principalmente arredamento, forniture per la casa e mobilio.

Nazioni e paesi di riferimento

USA e Canada

Come iniziare su Overstock

Clicca qui per accedere alla pagina partner di Overstock.

Tariffe di vendita su Overstock

L’iscrizione ad overstock è gratuita, ma l’aggiunta di prodotti varia dai 10 cents fino ai 3,15$, più commissioni. Trovi più dettagli dalla pagina partner di Overstock.

31 - Autoscout24

È il turno di un marketplace automobilistico italiano da 10M di visite. Autoscout 24 è Il portale degli annunci per vendere e comprare automobili di ogni genere e tipo. Il prezzo di pubblicazione di un annuncio è totalmente gratuito. Per pubblicare gli annunci di vendita viene richiesta una valutazione/quotazione del veicolo. Sarà quindi necessario stabilire il prezzo del veicolo da soli; oppure ci si può affidare ad un consulente esperto o ancora rivolgersi ad un rivenditore d’auto.

Cosa è possibile vendere su Autoscout24

Questo store si occupa di veicoli principalmente usati: automobili, furgoni, moto, automezzi etc.

Nazioni e paesi di riferimento

Italia

Come iniziare su Autoscout24

Registrati per pubblicare i tuoi annunci su Autoscout24.

Tariffe di vendita su Autoscout24

Questo marketplace ci permette di inserire gratuitamente il nostro mezzo all’interno del sito. Inoltre, possiamo pagare per dare più visibilità al nostro annuncio tramite annunci premium con costi variabili tra i 15€ ed i 35€. Per maggiori informazioni puoi visitare la pagina degli annunci premium.

32 - IBS

Restiamo in Italia con il leader della vendita di libri che vanta 5M di visite online. IBS è un marketplace aperto a tutti i nuovi venditori che desiderano entrare a far parte di un grande network. Uno dei vantaggi principali di questo e-commerce, è la possibilità di rivolgersi ad un grande numero di potenziali clienti che hanno già acquisito fiducia nel marketplace. Viene richiesta una descrizione del negozio, delle politiche di vendita e di reso ed eventuali periodi di chiusura, le coordinate bancarie e le impostazioni di spedizioni. Oltre all’abbonamento mensile IBS prevede delle commissioni che variano in base alla categoria del prodotto. Da qualche anno, infatti, si sono aggiunte nuove categorie quali: elettronica, viaggi, casa e cucina e molto altro.

Cosa è possibile vendere su IBS

Lo store si occupa principalmente di commerciare libri, nuovi, usati e vintage.

Nazioni e paesi di riferimento

Italia

Come iniziare su IBS

Clicca qui per iniziare a vendere su IBS.

Tariffe di vendita su IBS

IBS richiede un abbonamento di 25 euro mensili più una commissione dal 5 al 15% sul venduto.

33 - Eprice

Oggi questa piattaforma ha all’attivo un catalogo di oltre 600mila prodotti delle migliori marche di informatica, audio, video, elettronica, elettrodomestici, giochi e libri. Il modello di vendita maggiormente utilizzato dai venditori su questo e-commerce è Il dropshipping, che permette di vendere online senza dovere necessariamente disporre di un magazzino, mettendo in vendita i prodotti di un fornitore che distribuisce il catalogo dei propri prodotti, con i suoi prezzi e le giacenze del suo magazzino, al rivenditore. E-commerce 100% italiano da circa 3M di visite mensili.

Cosa è possibile vendere su Eprice

Marketplace che si concentra sull’elettronica di consumo: elettrodomestici, videogiochi, telefonia, informatica, foto e materiale per l’ufficio.

Nazioni e paesi di riferimento

Italia

Come iniziare su Eprice

Crea un account per iniziare a vendere sul marketplace.

Tariffe di vendita su Eprice

Eprice prevede un abbonamento mensile da 29 euro più delle commissioni sul venduto dal 5 all’8%. Trovi più informazioni sulla loro pagina ufficiale per i venditori.

34 - Flipkart

Acquisita da Walmart nel 2018, Flipkart è una delle piattaforme e-commerce B2C più diffuse in India. Dato il particolare sistema logistico e la politica di resi di questa piattaforma non è possibile vendere e spedire i propri prodotti dall’estero, ma è necessario avere un magazzino locale. Per vendere su questo marketplace è quindi necessario avere un aggregatore in loco che agisce come venditore registrato e gestisce tutto ciò che riguarda la vendita attraverso questo canale (listing, customer support, spedizioni e resi).  La spedizione è gestita obbligatoriamente dai corrieri partner di Flipkart. Questo marketplace conta oltre 200M di visitatori mensili.

Cosa possibile vendere su Flipkart

Come molti marketplace, Flipkart punta sulla varietà di categorie. Troviamo tv e telefonia, ma anche abbigliamento, sport, prodotti per la casa e un sacco di altri prodotti.

Nazioni e paesi di riferimento

India

Come iniziare su Flipkart

Clicca qui per iniziare a vendere gratuitamente sul marketplace.

Tariffe di vendita su Flipkart

L’iscrizione e l’aggiunta di prodotti sono gratuite su Flipkart. L’unica spesa sono le commissioni sul venduto. I dettagli sono disponibili previa registrazione.

35 - Snapdeal

Snapdeal è uno dei principali siti di eCommerce in India, concorrente di  Flipkart, ma leggermente più piccolo: 50M di visitatori. I clienti possono acquistare tutti i tipi di articoli, dall’elettronica ai cosmetici, oltre che un’infinità di prodotti specifici tipici del mercato indiano come i sari o i mangalsutra. Anche in questo caso i venditori devono essere imprenditori registrati in India.

Cosa è possibile vendere su Snapdeal

Esattamente come Flipkart, Snapdeal spazia dall’elettronica ai giocattoli, dalla moda ai libri etc. Di tutto.

Nazioni e paesi di riferimento

India

Come iniziare su Snapdeal

Registrati al portale venditori per vendere su Snapdeal.

Tariffe di vendita

L’iscrizione al marketplace e l’aggiunta di prodotti sono gratuiti. Le commissioni sono variabili in base alla trattativa effettuata in fase di registrazione.

36 - Mercadolibre

Rappresenta il principale concorrente di Amazon in Sud America ed è considerato la porta d’accesso al mercato sudamericano per i venditori internazionali. MercadoLibre offre la possibilità di vendere e acquistare beni, sia nuovi che usati, servizi e funzionalità varie. Come nel caso di Ebay si può stabilire un prezzo fisso oppure effettuare un’asta. Oltre l’oggettistica, sulla piattaforma i professionisti possono offrire servizi o corsi a pagamento sulla piattaforma. I venditori possono inserire i loro prodotti senza spese fisse; il pacchetto base non ha costi di commissione, ma ha una durata massima di due mesi. Se invece vuoi diventare un venditore fisso, verrà applicata una commissione sul venduto in base al Paese di vendita. MercadoLibre è Un gigante da 200M di visite mensili.

Cosa è possibile vendere su MercadoLibre

Il marketplace si occupa di mobilio, giocattoli, telefonia, elettrodomestici, auto e motori, abbigliamento ed altro ancora

Nazioni e paesi di riferimento

Sud America: Argentina, Brasile, Colombia, Chile, Venezuela, Messico.

Come iniziare su MercadoLibre

Clicca qui per partecipare a MercadoLibre.

Tariffe di vendita su MercadoLibre

MercadoLibre non ti farà pagare per creare un account o per mettere in vendita i tuoi prodotti. Tratterà però almeno il 16% del prezzo sul venduto come commissione.

37 - Casasbahia

Questo marketplace da 30M di visitatori si concentra sul mercato brasiliano degli oggetti per la casa.

Cosa è possibile vendere su Casasbahia

Nello store troviamo mobili, elettrodomestici, oggetti per la casa ma anche tecnologia ed informatica.

Nazioni e paesi di riferimento

Brasile.

Come iniziare su Casasbahia

Clicca qui per iniziare a vendere su questa piattaforma. E’ anche disponibile una  guida pratica passo passo.

Tariffe di vendita su Casasbahia

Casasbahia adotta il modello a commissioni, come molti su questa lista. L’ammontare varia, ma la media è del 16% per ogni oggetto venduto.

38 - Takealot

E-commerce di riferimento del Sud Africa con 7M di visitatori.

Cosa è possibile vendere su Takealot

Come alternativa ad Amazon in Sud Africa, questo marketplace si occupa di: libri, prodotti per la casa, mobilio, tecnologia, svago, oggetti da ufficio, sport etc.

Nazioni e paesi di riferimento

Sud Africa.

Come iniziare su Takealot

Clicca qui per diventare un venditore su Takealot.

Tariffe di vendita su Takealot

Il costo di registrazione è zero ma dovrai pagare un abbonamento mensile e delle commissioni dal 7 al 10% sul venduto. Clicca qui per una tabella pratica con alcune tariffe.

39 - Bidorbuy

Un altro player del Sud Africa, questa volta però da soli 3M di visitatori. Questo market differenzia enormemente i venditori base e i venditori premium. Al fine di convalidare l’account, ai venditori premium viene richiesta la certificazione bancaria e dei dati anagrafici.

Cosa è possibile vendere su Bidorbuy

Le categorie sono le più disparate, dell’antiquariato alla telefonia, dal giardinaggio al contenuto per adulti. Qualsiasi prodotto può essere venduto su questo sito, a patto che sia legale e di tua proprietà.

Nazioni e paesi di riferimento

Sud Africa.

Come iniziare su Bidorbuy

Clicca qui per una guida pratica su come iniziare a vendere su Bidorbuy.

Tariffe di vendita Bidorbuy

Registrarsi è gratuito, come lo è mettere in vendita la maggior parte dei prodotti. Le commissioni variano dal 2.5% fino al 10% del prezzo sul venduto.

40 - Jumia

Jumia nasce con l’intenzione di aiutare rivenditori e grossisti a vendere i prodotti al dettaglio nel territorio africano. Si estende oggi a 14 paesi del continente e collega oltre 70.000 aziende agli utenti. Date le scarse connessioni Internet in Africa e la mancanza di conoscenza di molti venditori sul commercio digitale, l’azienda ha aperto linee di credito per i commercianti che vogliono vendere i loro prodotti sulla piattaforma. Oltre al servizio di finanziamento, il colosso commerciale africano offre anche corsi di formazione per venditori e avvia costantemente importanti campagne di marketing dirette agli acquirenti. Questa piattaforma conta 3M di visitatori.

Cosa è possibile vendere su Jumia

Jumia si occupa di elettronica, libri, telefonia, moda e un’infinità di altri prodotti.

Nazioni e paesi di riferimento

Nigeria, Camerun, Kenya e paesi africani in generale.

Come iniziare su Jumia

Puoi iniziare a vendere su Jumia registrandoti come vendor qui.

Tariffe di vendita su Jumia

Le tariffe sono proporzionali al venduto e sono attualmente in cambiamento. In precedenza intorno al 7%.

41 - Rubylane

Un’altra piattaforma internazionale dedicata all’antiquariato, questa volta da 1M di visitatori. Ruby Lane è presentata come un’ alternativa a eBay. Propone oggetti d’antiquariato, arte, oggetti da collezione e gioielli. Questo market non prende commissioni sulle vendite, ma richiede una quota mensile per l’utilizzo del profilo. Potrai ricevere sconti sulle spese di manutenzione mensili del sito dopo aver inserito nel tuo profilo 150 articoli.

Cosa è possibile vendere su Rubylane

I prodotti presenti sullo store sono articoli vintage, antichità ed oggetti da collezione.

Nazioni e paesi di riferimento

Internazionale. Poco attivo in Italia ma molto utilizzato in USA, Canada, Regno Unito, Australia e Spagna.

Come iniziare su Rubylane

Clicca qui per creare il tuo account da venditore.

Tariffe di vendita su Rubylane

Uno dei pochi marketplace a non richiedere commissioni sul venduto. D’altro canto, richiede 19 centesimi per ogni prodotto inserito, 100 dollari per l’iscrizione e un costo di “manutenzione” variabile.

42 - Maremagnum

Maremagnum è un marketplace italiano dedicato esclusivamente ai libri antichi, esauriti o fuori catalogo. Attualmente il database ha raggiunto 10.000.000 di titoli forniti da 620 librai europei ed extra-europei. Propone un servizio di supporto al venditore e di spedizione a costo zero. Attivo principalmente in Italia, conta 400K visitatori al mese.

Cosa è possibile vendere su Maremagnum

Maremagnum offre oltre 10.000.000 titoli: libri antichi e moderni, edizioni rare e novità appena uscite.

Nazioni e paesi di riferimento

Principalmente Italia, marginalmente Europa.

Come iniziare su Maremagnum

Clicca qui per iniziare a collaborare con Maremagnum.

Tariffe di vendita su Maremagnum

La registrazione è gratuita, le commissioni sul venduto però partono dal 12%. Trovi più informazioni a valle della registrazione.

43 - Allegro

Allegro si occupa della vendita di articoli per la casa, stoviglie, abbigliamento, articoli per bambini, attrezzature sportive. Questo e-commerce richiede che le schede di prodotto e il servizio clienti siano offerti in lingua polacca. Le commissioni sono determinate utilizzando il loro calcolatore di commissioni. Allegro è un gigante polacco da 200M di visitatori mensili.

Cosa è possibile vendere su Allegro

Il sito spazia dall’elettronica agli oggetti per la casa. La varietà di prodotti che puoi aspettarti è la stessa che trovi su Amazon.

Nazioni e paesi di riferimento

Polonia e paesi limitrofi.

Come iniziare su Allegro

Clicca qui per creare il tuo account su Allegro.pl. E’ necessario avere a disposizione personale in grado di comunicare in Polacco.

Tariffe di vendita

Allegro basa le sue tariffe di vendita principalmente su un sistema di commissioni. Trovi tutti i dettagli qui.

44 - Yatego

Yatego è uno store made in Germany, attivo in più nazioni da 300k visitatori al mese. In questo market online sono presenti oltre 5.000.000 prodotti e oltre 7.000 commercianti. Al venditore viene richiesto un costo mensile e viene inoltre applicata una commissione pari all’8% sulla merce venduta. I costi variano a seconda della sede legale del commerciante. La consegna e la spedizione è gestita direttamente dal venditore.

I prodotti che è possibile vendere su Yatego

Anche qui la varietà fa da padrona. Puoi vendere dall’abbigliamento all’attrezzatura da sport, dai mobili alla gioielleria e così via.

Nazioni e paesi di riferimento

Germania, Austria e Svizzera.

Come iniziare su Yatego

Clicca qui per vendere su Yatego.

Tariffe di vendita su Yatego

Il modello di tariffe di questo marketplace comprende un abbonamento mensile di 39.90 euro e una commissione fissa dell’8% sul venduto. D’altro canto, non dovrai pagare costi di iscrizione e l’aggiunta di prodotti è completamente gratuita.

45 - Mumzworld

Mumzworld è il principale sito di e-commerce in Medio Oriente dedicato a tutto ciò che riguarda la madre e il bambino fino ai 12 anni. Fondata nel 2011, ospita oltre 1.700 marchi e oltre 200.000 prodotti. I requisiti del venditore includono un contatto personale, informazioni aziendali, prodotto da vendere (per neonati e bambini piccoli), licenza commerciale e conto bancario. Attivo principalmente negli Emirati Arabi con 300k visitatori mensili.

Cosa è possibile vendere su Mumzworld

Il marketplace si focalizza su prodotti per bambini e premaman.

Nazioni e paesi di riferimento

Emirati Arabi, Egitto, Arabia Saudita e paesi arabi.

Come iniziare su Mumzworld

Clicca qui per iniziare a vendere i tuoi prodotti.

Tariffe di vendita su Mumzworld

Contatta direttamente lo staff per dettagli sulle tariffe.

46 - Letstango

Su Lets Tango puoi vendere in tutti gli stati arabi del Golfo Persico ad eccezione dell’Iraq. Come molti dei precedenti e-commerce si occupa della vendita di elettronica, dispositivi digitali, elettrodomestici, salute e bellezza e moda. La registrazione è gratuita e viene richiesta una percentuale del 10% su ogni vendita. Conta 100k visitatori della zona araba mensili.

Cosa è possibile vendere su Letstango

Il sito presenta elettronica, giochi, telefonia, fashion e altro ancora.

Nazioni e paesi di riferimento

Emirati Arabi, Egitto, Arabia Saudita e paesi arabi.

Come iniziare su Letstango

Clicca qui per creare un account ed iniziare a vendere su Letstango.

Tariffe di vendita su Letstango

Il sito si vanta di non avere costi per l’aggiunta dei prodotti e commissioni bassissime ma non presenta una pagina dedicata per le tariffe. Ti consigliamo di contattare direttamente lo staff per tutti i dettagli.

47 - Rakuten Ichiba

E’ il leader giapponese delle vendite online con oltre 300M di visite mensili. In assoluto la miglior scelta per vendere prodotti in Giappone.

Cosa è possibile vendere su Rakuten Ichiba

Il marketplace si occupa di una grande varietà di prodotti: dell’elettronica ai libri, passando per l’abbigliamento.

Nazioni e paesi di riferimento

Giappone

Come iniziare su Rakuten Ichiba

Inizia a vendere su Rakuten Ichiba  registrandoti qui.

Tariffe di vendita su Rakuten Ichiba

Le tariffe sul venduto vanno dal 8% al 12.5% a seconda della categoria del prodotto. Inoltre, è previsto un pagamento di circa 528$ come fee di iscrizione.

Conclusioni

Siamo arrivati alla fine di questa lunga lista comprendente tutti i marketplace più influenti e validi sul mercato.
Come possiamo intuire, ci sono diversi fattori da prendere in considerazione quando decidiamo di aprire un negozio online. Nonostante possa sembrare più facile optare per i grandi market come Amazon o Ebay, occorre tenere presente che in questo caso si dovrà competere con numerosi fornitori del medesimo prodotto. Pertanto, un’opzione interessante per aumentare le vendite sarebbe quella di non limitarsi solo ai leader, ma cercare di inserirsi anche in un mercato più di nicchia.

Ma quali sono quindi, in breve, i fattori da considerare quando scegli dove vendere i tuoi prodotti?

  • Schede del prodotto

Se la SEO è la punta di diamante della tua strategia di marketing, hai bisogno di un market che abbia una struttura di schede in loco ottimale a livello di etichettatura e contenuto.

  • Scelta della categoria corretta

I marketplace sono generalmente raggruppati e divisi in molte categorie. Puoi scegliere di includere i tuoi prodotti in una categoria molto specifica, con meno concorrenza ma meno visibilità, o al contrario scegliere una categoria più generica. Ciò comporterà più visibilità ma anche più concorrenza.

  • Costi e commissione per vendita

Come abbiamo visto, solitamente la vendita in un e-commerce non è gratuita. Un abbonamento mensile, per i negozi più piccoli, potrebbe comportare un rischio. Scegli quindi anche in base ai costi di abbonamento e di percentuale sulla vendita.

  • Facilità d’uso e sistemi di pagamento

I marketplace propongono una varia gamma di forme di pagamento. Orientarsi su piattaforme che offrono la propria sicurezza Web con certificati SSL risolve il problema della fiducia con i clienti online e aiuta a rassicurarli.

Speriamo che questa guida ti abbia aiutato a prendere una buona decisione! 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi utilizzare questi tag e attributi nel tuo commento: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Send this to a friend